Highlight

Sonia Veres è testimonial della Campagna di Primavera
 “Io per lei”, che celebra e ringrazia le mamme rare che non si arrendono mai e che guardano con fiducia ai progressi della ricerca. 
Il 5 e 6 maggio tanti volontari animeranno le piazze italiane per distribuire 
i Cuori di biscotto per sostenere la lotta contro le malattie genetiche.

Francesca è una volontaria Telethon. «L’impegno per gli altri l’ho respirato in famiglia: mia nonna ha sempre fatto beneficenza, mia madre anche». Tutto nasce dalla passione di Francesca per la pittura. Sua mamma organizza una mostra con i suoi quadri e devolve il ricavato a Fondazione Telethon. Da quel momento la vita di Francesca cambia. Si avvicina al mondo del volontariato e scende in piazza tutte le volte che può. Fare la volontaria, per lei, è condividere storie, è solidarietà e possibilità di entrare in contatto con persone con una malattia genetica rara.

Al centro le “mamme rare” e il loro impegno verso le sfide quotidiane che la vita impone: il 5 e il 6 maggio al via “Io per lei”, la campagna di primavera di Fondazione Telethon e UILDM per supportare la ricerca scientifica sulle malattie genetiche rare e l’assistenza alle persone che vivono con una malattia neuromuscolare.

Questa è la storia di Massimiliano Venturi, 46 anni, papà di Francesco e amico speciale della Sezione UILDM di Ancona. La sua esperienza di socio e volontario è un esempio di come l’associazione possa diventare una famiglia che condivide il sogno di una società più inclusiva e tiene viva la speranza nella ricerca.

Il 5 e 6 maggio si svolge la quarta edizione della Campagna di Primavera che Fondazione Telethon quest'anno propone al fianco di UILDM. "Io per lei" vuole porre al centro le mamme, donne che affrontano ogni giorno le difficoltà delle malattie genetiche rare. Insieme a loro, ciascuno di noi offre il proprio contributo, in termini di tempo, di impegno, di sostegno per tutte queste mamme coraggiose.